Il tipo Hequ Il tipo Hequ Il tipo Hequ Il tipo Hequ

Il tipo Hequ

 

L'Hequ è un'area, idealmente compresa tra le prime anse del fiume Giallo, posta nel punto di congiunzione di ben tre provincie cinesi: Qinghai, Gansu e Sichuan, e costituisce la primaria area di provenienza per i cani della regione detta "dei fiumi".

Abitata da popolazioni dedite all'allevamento, specialmente di yak, ha dato il nome al "tipo"di mastino tibetano ritenuto più pregiato in assoluto. Ma gli Hequ non sono ritenuti solo i mastini più pregiati, ma anche il tipo più antico: secondo molti è proprio in quest'area, relativamente ricca di risorse naturali, che si sarebbero insediati i primi pastori provenienti, assieme ai loro cani, dalle terre basse e quindi sarebbe questo il luogo dove è iniziato il lento processo di evoluzione che ha portato alla nascita del mastino tibetano come lo conosciamo noi oggi. 

Anche nel caso dei cani Hequ, si parla di tipo poichè è possibile riscontrare caratteristiche morfologiche, caratteriali e funzionali comuni, a prescindere dal grado di parentela tra i soggetti che si osservano. A questo va aggiunta una "tradizione" nell'allevamento del cane particolarmente radicata e attenta, che si esprime con una grande cura per la selezione e particolare attenzione per la purezza dei soggetti. Questo è possibile poichè in queste zone il cane, seppur da lavoro, è considerato individuo e non strumento, e quindi tenuto in considerazione particolare. 

Tra gli abitanti di queste zone, il concetto di "cane da pastore" come inteso in Asia centrale od in Europa è totalmente sconosciuto, ed i cani sono utilizzati esclusivamente come custodi della proprietà -sia essa tenda o casa "solida"- o, al massimo, legati vicino ai cavalli (esiste anche una razza di cavalli autoctona, chiamata Hequ appunto). 

Il cane Hequ ideale è solido, basso sugli arti, con torace largo e profondo, di altezza generalmente compresa tra 65 e 75cm circa per un maschio adulto e da 60 a 68 cm circa per una femmina adulta, e pesi che possono, nei maschi più grandi, superare i 60kg.

La testa tipica è grossa, con cranio piatto e largo, stop generalmente appena accennato e osso occipitale spesso e rilevato, muso largo e pieno sotto gli occhi, che sono piccoli, infossati, generalmente gialli o ambrati, occasionalmente anche azzurri. Spesso sopra gli occhi è presente la classica ruga che da all'occhio l'espressione inperscrutabile e la forma caratteristica. 

La coda si presenta in genere in due varianti: una più lunga, distesa, ed una più corta ed arricciata, ma entrambe le tipologie sono portate appoggiate sul fianco e non a falce come nei cani del Lhoka.

Il pelo è generalmente di media lunghezza, duro, folto, con ricchissimo sottopelo lanoso e morbido. La criniera è quasi sempre rilevata, anche nei soggetti col pelo più corto. Una nota interessante deriva dalla grande variabilità cromatica di questa popolazione in cui, oltre all'onnipresente nero focato, si trovano soggetti blu o blu focati, fulvi dal crema al rosso acceso, e soggetti carbonati, tigrati, con carbonature che ricordano la livrea di un lupo, pezzati, etc.

I cani dell'Hequ furono tra i primi a destare, specialmente per quanto riguarda le popolazioni più facilmente accessibili, come quelle del Qinghai orientale, l'interesse degli allevatori cinesi, e questo è facilmente confermato dal tipo dei primi cani allevati in Cina, che si potevano ancora osservare alle esposizioni cinofile dei primi anni del 2000, prima dell'avvento sconsiderato dei cani di selezione moderna, che più nulla hanno in comune con i cani nativi. 

Immagini da internet



- Autorizzo il trattamento dei dati personali ai sensi del D.Lgs. 196/03

Per offrirti una migliore esperienza questo sito utilizza cookie di profilazione.
Continuando la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. Per saperne di più e modificare le tue preferenze consulta la nostra cookie policy       Autorizzo